Prove per il Censimento permanente: dal 2018 i dati sulla società italiana saranno diffusi annualmente - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Prove per il Censimento permanente: dal 2018 i dati sulla società italiana saranno diffusi annualmente

Share This
Dal 2018 il Censimento diventa permanente, raccogliendo periodicamente i dati relativi alla popolazione e agli altri aspetti della società. 
Il metodo di rilevazione che sarà introdotto a partire dal prossimo anno permetterà di rendere noti annualmente le informazioni che riguardano le varie zone d'Italia, diminuendo anche le spese sostenute fino ad alcuni anni fa per raccogliere i dati necessari a realizzare le statistiche. Il Censimento permanente userà i database delle amministrazioni per ottenere le notizie necessarie, integrando queste fonti a indagini a campione su temi specifici. 


Per verificare il funzionamento del nuovo sistema l'Istat ha organizzato delle rilevazioni sperimentali che, avviate questa settimana, proseguiranno fino a luglio. La prima parte della raccolta informazioni coinvolge in questo periodo un numero limitato di centri abitati e di nuclei familiari: i partecipanti devono compilare il questionario online realizzato dall'Istituto di statistica. 
Successivamente ci saranno le interviste a domicilio effettuate dagli operatori che si occupano del Censimento: a ricevere la visita degli addetti saranno 26.500 famiglie precedentemente avvisate con una lettera. 


Le rilevazioni sperimentali interessano sia i residenti che le persone con regolare permesso di soggiorno. Le domande riguardano il numero dei componenti del nucleo familiare, il livello di formazione e la professione svolta; gli intervistati devono fornire alcune informazioni sulle caratteristiche della propria abitazione. I dati raccolti serviranno per la realizzazione di statistiche o per ricerche scientifiche e saranno trattati nel rispetto della normativa sulla privacy. 

Post Bottom Ad

Pagine