Ultime Notizie

Corsi e ricorsi del solstizio d’estate

Manca un giorno e sarà estate, quella ufficiale intendo, ossia quando il sole raggiungerà il giorno 21 giugno il punto di declinazione massima determinando così la giornata più lunga dell’anno e di conseguenza la notte più corta, cammino inesorabile verso la stagione invernale che culminerà a dicembre col solstizio d’inverno.
Quella meteorologica invece è iniziata il 1° giugno e durerà i tre mesi convenzionali ma la sensazione che la bella stagione sia iniziata ben prima è sotto gli occhi di tutti perché, piaccia o meno, viviamo in una società in cui la potenza dell’immagine ha ancora un ruolo fondamentale.



È quando si inizia a sentire l’estate addosso che la voglia di scolpire il proprio corpo, seguendo canoni estetici imposti dall’immaginario sportivo, è pari a quella di spogliarsi e abbandonarsi alla leggerezza di vivere con più spensieratezza; colpa di quel carico di positività che la bella stagione offre, si gioca d’anticipo e già a partire da febbraio, col cambio degli armadi, donne e uomini modellano il ritmo del proprio tempo riuscendo nell’intento, ossia sentirsi in forma e in armonia con se stessi, migliorando i rapporti con gli altri e con l’ambiente in cui vivono.
Non sempre però solo una perfetta forma sportiva riesce in quest’intento, mutare la silhouette e le misure del corpo di una donna o andare in palestra per ottenere addominali e pettorali scolpiti per un uomo; ad oggi ciò è sempre meno importante per spostare l’immaginario legato al desiderio e alla sessualità, come a dire che le regole del corteggiamento classico stanno cambiando e che in un futuro molto prossimo questo trend potrà venir scombinato in quanto tanto la donna chic quanto l’uomo atletico hanno fatto il loro tempo e il mettersi in mostra non pagherà più.


Corsi e ricorsi perciò ci vengono in aiuto e insegnano che a volte tornare alle origini non è un errore perché le storie d’amore come quelle riferite alle attività lavorative sono animate da passioni e non da icone ed è quindi per questo che è necessario rimodulare (e riscoprire) stili di vita che trovino soddisfazione in quel che ognuno di noi fa; in amore come sul lavoro, nell’ambito famigliare quanto nella vita di relazione servono rispetto e capacità, talento ed entusiasmo per essere veramente “padroni” della propria vita pur rispettando quella degli altri. 
Il passato quindi ci insegna, malgrado l’occupazione in caduta libera ed i folli ritmi del quotidiano che non è più importante essere solo belli “fuori”, ma vale di più quel fascino intangibile semmai latente in ognuno di noi che ha soprattutto a che fare con energia, vitalità e benessere, ovvero quel genere di bellezza che suscita immediata simpatia e che non appassisce con gli anni che passano.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.