Ultime Notizie

Il partner che peggiora l’insonnia

Uno dei miei argomenti preferiti è l’insonnia, è vero. Sarà che ho passato così tante notti sveglia che conosco la sensazione di torpore delle mattine successive a quelle passate in bianco; soprattutto so descrivere bene quella voglia di lasciarsi cadere a picco per strada per poter riposare un pochino gli occhi e il cervello esausto. Quando ci si gira e si rigira nel letto si ascolterebbe anche il consiglio di un santone, pur di prendere sonno. Di fatto, si è così disperati che anche rimedi come “Mangia uno spicchio di limone” o “Gira per tre volte su te stesso” potrebbero sembrare reali soluzioni al problema, magari addirittura strumenti necessari per poter chiudere finalmente gli occhi. 



Il problema, assicurano i ricercatori (Monash University di Victoria), è che ascoltare i consigli di tutti – anche del proprio partner – peggiorerebbe la sintomatologia del povero insonne. Involontariamente, ovviamente. 31 partner di persone insonni, a tal proposito, sono stati intervistati. I tre quarti degli intervistati hanno consigliato al consorte di andare a letto presto o svegliarsi tardi – ma questo, è risaputo, non migliora le cose. 


Il 40% ha consigliato la lettura, la visione della Tv o uno spuntino. Inoltre questa fetta di intervistati ha caldamente consigliato l’eliminazione della caffeina. 
In sostanza: sì, forse il partner è un sostegno di tipo morale, ma di fatto dà consigli che rischiano di acuire il problema. Molto meglio uno specialista.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.