Ultime Notizie

Iran colpita al cuore, Isis rivendica duplice attentato

Costa cara all'Iran l'opposizione all’Isis in Siria e in Iraq. Questa mattina, infatti, in un duplice attacco terroristico sono stati colpiti i luoghi simbolo di Teheran: il Parlamento e il mausoleo dell'ayatollah Khomeini, fondatore della Repubblica islamica. 


Quattro uomini armati di kalashnikov hanno assaltato il Parlamento intorno alle 11:00 ora locale (8.30 in Italia) e hanno catturato alcuni ostaggi, tra cui la moglie e la figlia di due deputati. I terroristi sono riusciti ad eludere la sorveglianza travestendosi da donne col chador, sotto il quale nascondevano non solo armi, ma anche esplosivi; uno di loro si è fatto esplodere, dopo due ore, al quinto piano del palazzo. Le agenzie di stampa iraniane hanno riferito che, durante l’irruzione, i parlamentari, probabilmente in preda a rabbia e paura, gridavano: “Morte all’America e al suo servo, l’Arabia Saudita”. Dopo circa quattro ore di assedio, l’emittente di Stato iraniana IRIB ha comunicato che l’attacco si era concluso con la morte di tutto il commando.


Quasi contemporaneamente, altri quattro terroristi hanno fatto irruzione nel mausoleo a sud della capitale uccidendo alcuni pellegrini e un impiegato. La polizia ha ferito a morte uno degli assalitori, un altro si è fatto esplodere e altri due sono stati arrestati. Il bilancio dell'attentato è di 12 vittime e circa 42 feriti, 7 terroristi sono morti nello scontro. Un terzo assalto sarebbe stato evitato in tempo dalle forze dell’ordine di Teheran. L’Isis ha subito rivendicato l’atto terroristico tramite l’agenzia di propaganda Amaq.

Maria Petrucci

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.