Ultime Notizie

La Cattedrale di Saint Mary a Sydney

Nella città più popolosa dell’Oceania, nonché una delle più multiculturali a livello mondiale, sorge la Cattedrale metropolitana di Santa Maria (che in lingua inglese è traducibile in Metropolitan Cathedral of Saint Mary). È sicuramente il principale luogo di culto della religione cattolica presente a Sydney che appartiene all’arcidiocesi del loco. La cattedrale è dedicata a Maria in quanto patrona dell’Australia e conserva sia agli interni che all’esterno un raffinatissimo gusto neogotico che si fa distinguere nella centralissima College Street.



La costruzione di questo edificio è assai articolata tanto quanto la storia che si cela dietro ad esso. Era il mese di maggio 1820 quando John Therry e Philip Conolly, due sacerdoti cattolici, arrivarono a Sidney. L’anno successivo un incendio distrusse la chiesa e soltanto nel 1869 l’arcivescovo Polding pose la prima pietra simbolo di una nuova e seconda costruzione. Il nuovo progetto architettonico fu realizzato da William Wilkinson Wardell, discepolo di Pugin, autore di moltissimi altri capolavori australiani. Si dovrà aspettare il 1905 per la consacrazione della cattedrale, che sarà completata nel 1928 quando l’arcivescovo Kelly inaugurerà la navata centrale della struttura. 


Nel 1930 Papa Pio IX conferì il titolo di Basilica minore alla cattedrale in questione. Egli non fu l’unica figura papale che la visitò, infatti si ricorda la celebrazione della messa solenne di Papa Paolo VI nel 1970 e la presenza di Giovanni Paolo II sia nel 1986 che nel 1995 e ancora Benedetto XVI nel 2008. 
Per la sua imponenza e bellezza, la cattedrale la riconosci già dall’esterno grazie alle alte guglie, alle torri, al delizioso rosone, al portone centrale e alle aperture laterali (a destra e a sinistra) che volgono verso l’alto. Stupendo è l’impiego della pietra arenaria che fornisce quel particolare colore dorato. 


L’interno, altrettanto affascinante, è a pianta cruciforme: tre navate e un transetto. La navata centrale possiede una volta lignea con archi diaframma magistralmente decorati. Le navate laterali presentano le volte in pietra a crociera costolonata con delle stupende gemme lapidee disposte al centro. 
Incantevoli sono le immense vetrate colorate (che ricordano in parte la Westminster Abbey di Londra) con raffigurazioni di storie del Cristo, della Vergine Maria e dei Santi risalenti al 1880-1930 realizzate dalla Hardman & Co. 
Nonostante sia assai moderna, questa cattedrale custodisce delle preziose opere d’arte, basti pensare agli oli su tela delle stazioni della Via Crucis dipinte nel 1885, una perfetta copia della Pietà di Michelangelo, la tomba del Milite Ignoto (Unknown Soldier) in cui si può osservare la scultura bronzea di un giovane morto commissionata dai marinai e soldati cattolici nel 1928 di George Washington Lambert. 
La Cattedrale di Santa Maria è nota anche per la presenza di tre organi: organo maggiore nel braccio sinistro del transetto costruito nel 1999, organo della controfacciata del 1942, organo del coro risalente al 1960 e per finire l’organo della cripta del 1985. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.