Ultime Notizie

Nuovo fondo europeo per i disastri naturali

L'Unione Europea ha dato il via libera alla costituzione di un fondo europeo per coprire i danni dei disastri naturali come terremoti, grossi incendi, inondazioni e alluvioni. 


Solidarietà e aiuto alle popolazioni colpite
I Paesi membri dell'Unione Europea che saranno colpiti da calamità naturale potranno attingere dal fondo per affrontare l'emergenza e per coprire i costi dell'eventuale ricostruzione. Italia e Grecia sono i Paesi più interessati a questa novità perché sono stati i più colpiti da disastri naturali nell'ultimo periodo come il terremoto di due giorni fa a Lesbo e Chio o quello devastante che ha raso al suolo tanti piccoli comuni del centro Italia come Amatrice lo scorso anno. 
La Commissione Europea aveva proposto all'inizio l'uso del 100% dei fondi di sviluppo regionale, senza nessuna quota di cofinanziamento da parte dei singolo Stati, ma il Parlamento Europeo ha deciso di introdurre un tetto del 5% al cofinanziamento statale per evitare abusi da parte dei governi, soprattutto in fase di ricostruzione, mentre il restante 95% sarà coperto dai fondi europei già esistenti e dovrà essere usato per gestire le fasi post- emergenza. 
Il fondo si applicherà in maniera retroattiva, per i disastri avvenuti a partire dal primo gennaio 2014 e tutti gli Stati membri potranno farvi ricorso per coprire spese di gestione emergenza e ricostruzione.


Prioritari saranno considerati i bisogni delle persone colpite dalle calamità che nelle fasi immediatamente dopo il disastro hanno tutta una serie di necessità che vanno dall'alloggio, al cibo, alle cure mediche per eventuali feriti gravi. Tutto dovrà essere coordinato con le comunità locali che indicheranno esattamente ciò di cui c'è bisogno e le necessità degli individui colpiti dalla calamità. 
La gestione dei territori colpiti da disastri naturali è un tema molto delicato e deve essere affrontato con la massima serietà, per questo le autorità comunitarie vigileranno per evitare abusi nell'utilizzo del fondo. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.