Ultime Notizie

Sanità, aumenta la spesa per le prestazioni private

Si attesta a oltre 35 miliardi di euro la spesa degli italiani per visite e controlli privati. Negli ultimi anni un numero maggiore di persone ha richiesto le cure specialistiche che non rientrano nei servizi della sanità pubblica a causa dei tempi di attesa troppo lunghi: per effettuare una mammografia si possono aspettare in media tra i 122 e i 142 giorni in base alla zona in cui si richiede la prestazione, mentre per un controllo al cuore il periodo varia tra i 67 giorni a 79 giorni. Oltre all'attesa, molte volte è necessario versare il ticket per avere accesso alle cure mediche; i costi del servizio privato sono maggiori e pesano soprattutto sulle famiglie meno abbienti e su quelle in cui sono presenti persone disabili. 


A spendere di più per visite e controlli sono gli anziani, che possono versare quasi il doppio rispetto ai nati tra il 1946 e il 1964.
Si prevede che nel prossimo decennio mille euro pro-capite saranno destinati ai servizi sanitari privati, mentre oggi la cifra è di 580 euro: in questo modo si potrebbe evitare il crollo del Servizio sanitario nazionale.
Rispetto ad altri Paesi dell'Unione europea, come Francia e Spagna, l'Italia ha messo a disposizione meno risorse per la sanità pubblica con ripercussioni sui cittadini. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.