Ultime Notizie

Dalla Puglia arriva “Coco”, l’Airbnb delle spiagge: ecco come funziona l’app

L’estate è arrivata da un pezzo (almeno in Italia) e, come ogni anno, l’ansia da "corsa all'ombrellone in prima fila" ci assale. Per l’estate 2017, però, buona parte di questo stress potrebbe esserci risparmiato dall’idea geniale – e perfettamente coerente con la stagione in corso – di due giovani ingegneri italiani. Più precisamente, pugliesi. Eh già, perché l’idea di un’app per prenotare l’ombrellone in spiaggia non poteva che venire da due nativi di una delle regioni con il mare più bello d’Italia, la Puglia.



Sviluppata da Nicola Palumbo, 31enne di Rutigliano, e Antonio Baldassarre, 26enne di Trani, entrambi ex dipendenti Microsoft, l’app Coco vede già il coinvolgimento di oltre 60 stabilimenti balneari tra la Liguria e la Puglia, passando per l’Emilia-Romagna, l’Abruzzo, le Marche e la Sardegna. Sulla falsariga di Airbnb e The Fork, l’applicazione consente di scegliere e prenotare il proprio posto in spiaggia, accedendo alla mappa degli stabilimenti presenti nell’area di interesse, ai loro costi, ai servizi disponibili (es. parcheggio, doccia, Wi-Fi, ristorante, campi sportivi…) e alle recensioni degli altri clienti.
Una volta scelto l’ombrellone, si paga direttamente dallo smartphone e, all’arrivo in spiaggia, basta presentare il biglietto elettronico. Insomma, non c’è neanche più bisogno di portare con sé tanto denaro contante o carte di credito.
All’interno dell’app, semplice e intuitiva da utilizzare, non mancano ovviamente lo storico delle prenotazioni e una sezione dedicata alle informazioni personali.


"Oggi puoi prenotare un passaggio in macchina da uno sconosciuto, dormire in casa di estranei in giro per il mondo ma non puoi prenotare un posto in spiaggia in maniera smart e innovativa – ha raccontato Antonio Baldassarre a Repubblica – Essendo pugliesi e amando il mare non potevamo accettare tutto questo. Con questo progetto miriamo a rivoluzionare il modo in cui le persone vivono le loro vacanze al mare, prima in Italia poi nel mondo, vogliamo diventare il punto di riferimento per i turisti: dalla ricerca della spiaggia giusta alla prenotazione vera e propria. I nostri utenti infatti possono usare Coco come un vero e proprio motore di ricerca per le spiagge", conclude Antonio.
In sole tre settimane dalla data di lancio, l’applicazione ha ottenuto più di 15 mila download e oltre 10mila utenti iscritti al servizio, e il numero degli stabilimenti aderenti all’iniziativa è in costante crescita. Coco è disponibile gratuitamente negli App Store di Google e Apple. Scommettiamo che l’avete scaricata ancor prima di arrivare al termine di questa pagina…vero?

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.