Ultime Notizie

Il grano saraceno: proprietà e benefici

Il grano saraceno (Polygonum fagopyrum) è una pianta erbacea annuale appartenente alla famiglia delle Poligonacee. I caratteristici semi triangolari ricordano quelli del faggio. La pianta di grano saraceno riconosce il proprio habitat naturale nelle zone dove il clima non è particolarmente freddo e dove la temperatura ambientale si aggira attorno ai 20 gradi; teme moltissimo gli sbalzi di temperatura e la carenza d’acqua, per questo motivo svolge il proprio ciclo vitale interamente durante la primavera e l’estate. 


La pianta di grano saraceno predilige i terreni non molto concimati con pH acido. È una coltura adatta ad ambienti freschi (collina e zone pedemontane). In considerazione della brevità del ciclo vegetativo (60-100 giorni), è un’ottima coltura intercalare, può seguire coltivazioni raccolte prima della metà di luglio e permette, a raccolto avvenuto, di seminare il cereale vernino. 
Un’alimentazione ricca di grano saraceno è collegata a un ridotto rischio di sviluppare colesterolo LDL e pressione alta. Gli effetti benefici del grano saraceno sono dovuti in parte al suo ridotto contenuto di flavonoidi, specialmente in rutina. I flavonoidi sono fitonutrienti che proteggono contro le malattie e agiscono come antiossidanti. Il grano saraceno è una buona fonte di magnesio; questo minerale rilassa i vasi sanguigni, migliorando il flusso del sangue e quindi l’apporto di nutrienti ai tessuti, riducendo dunque la pressione sanguigna e andando di conseguenza ad incentivare il benessere del sistema cardiovascolare. Si distingue dai comuni cereali per l’elevato valore biologico delle sue proteine (14.1% contro 9,2% del frumento tenero e 8,5% della farina di mais) che contengono gli otto amminoacidi essenziali in proporzione ottimale. 


Rispetto alla farina di frumento, quella di grano saraceno è priva di glutine ed è quindi adatta per alimenti destinati ai celiaci; contiene una maggiore quantità di amido a più lenta digestione ed è quindi particolarmente indicato nella dieta dei diabetici. Il grano saraceno contiene glucidi, lipidi, proteine e aminoacidi anche essenziali. Questa sua composizione lo rende molto utile nell’infanzia, nei casi di magrezza e di deperimento organico e psichico, nell’artrite e in tutti i disturbi circolatori periferici. La sua attività terapeutica più importante è comunque quella che viene svolta dalle foglie. Il loro infuso è molto utile per i casi di problemi circolatori soprattutto venosi.


Dott.ssa Daiana Rizzo (Biologa Nutrizionista)

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.