Ultime Notizie

Palermo, allo Zen viene decapitata la statua di Giovanni Falcone

A 25 anni di distanza dalla strage di Capaci si è assistito a un momento che ha lasciato l’amaro in bocca ad esponenti politici e civili del capoluogo siciliano. Il 10 luglio scorso, davanti alla scuola di via Marchese Pensabene, è stata privata della testa la statua raffigurante Falcone. I pezzi ‘estrapolati’ sono stati utilizzati per sfondare la porta a vetri dell’Istituto scolastico e attualmente sono in corso delle indagini. 


Un atto incivile e che non rende memoria a una grande figura internazionale che si è distinta per la sua professionalità e antimafia. Ad accorgersi di tale spiacevole accaduto è stato un membro personale ATA della scuola che, accortosi delle lesioni, ha avvertito tempestivamente la preside e la polizia. Arrivati gli uomini della Scientifica hanno trovato per terra la testa priva del naso. Si tratta un atto vandalico avvenuto nelle ore notturne. 
Da sempre l’Istituto ha svolto una grande attività di sensibilizzazione e formazione sociale che sembrerebbe non aver avuto assai effetto in uno dei quartieri più problematici di Palermo. In tal senso la Preside ha dichiarato: “L’episodio a ridosso del 19 luglio non è un caso”. Un gesto sicuramente vile e vigliacco, oltre l’appena citato, è stato un cartellone raffigurante Falcone - realizzato dai ragazzi dell'Istituto, dato alle fiamme in serata a pochissima distanza dalla scuola. 


Hanno espresso il loro rammarico il sindaco Leoluca Orlando, il Primo Ministro Paolo Gentiloni, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, il Presidente del Senato Pietro Grasso da sempre impegnato nella lotta contro la mafia, il Presidente della Camera Laura Boldrini, l’Associazione Nazionale dei Magistrati, il Presidente di Libera Don Luigi Ciotti e il presidente della settima circoscrizione di Palermo Giuseppe Fiore.
Come sosteneva Giovanni Falcone: “la cultura della legalità è la strada giusta per combattere le mafie”. 

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.