Ultime Notizie

Clare Hollingworth, la giornalista dello "scoop del secolo"

Oggi, come ci ricorda anche Google che le ha dedicato un doodle, ricorre l’anniversario della nascita di Clare Hollingworth che avrebbe compiuto 106 anni. Ma di chi stiamo parlando? Forse di una delle più importanti reporter e giornaliste al mondo soprattutto per quanto riguarda le cronache di guerra. 
In particolare Clare era nota per essere stata la giornalista a fare “lo scoop del secolo”, infatti, riuscì a scoprire prima degli altri che la Germania aveva in mente di invadere la Polonia nel 1939, evento che portò da lì a poco allo scoppio della seconda guerra mondiale. Lo scoop fu consegnato al giornale inglese “The Daily Telegraph” per il quale la Hollingworth lavorava come corrispondente di guerra. Si accorse, infatti, di uno strano movimento di truppe al confine tedesco.



Biografia e curiosità
Clare Hollingworth nasce a Knighton il 10 ottobre 1911 e, dopo aver lavorato nelle aree a massima tensione del pianeta, si ritira in pensione a Hong Kong, dove muore all'età di 105 anni lo scorso gennaio.
La sua vita doveva essere quella delle tipiche ragazze inglesi dell’epoca, quindi prettamente lavori domestici, ma non fu così per lei, considerata la sua passione per la storia, la scrittura e le guerre. Clare si iscrisse all’università e iniziò una carriera politica, nella League of Nations Union, una ONG per la promozione della giustizia nel mondo. Nel 1939, a 27 anni, fu assunta presso il "The Daily Telegraph" e partì per la Polonia, sia per seguire l’emergenza umanitaria dei profughi del Sudetenland che per aiutare gli ebrei a fuggire dai nazisti.
Il 28 agosto 1939 utilizzò un’automobile dell’ambasciata inglese per attraversare il confine tra Polonia e Germania perché doveva acquistare delle pellicole per la macchina fotografica. Nel viaggio di ritorno notò un particolare: nascosti sotto una serie di teli mimetici vi erano diversi carri armati e artiglieria tedeschi, oltre a diverse truppe ammassate. Questo fu lo scoop che annunciò al mondo l’invasione della Polonia da parte della Germania e alla fine anche l’inizio della seconda guerra mondiale. Per seguire gli alleati in prima fila, la giornalista si lanciò dal paracadute insieme alle truppe e imparò anche a pilotare degli aerei.
Alla fine della guerra si dedicò all’Algeria e anche al processo che porto alla nascita dello stato di Israele; e lo fece da giornalista del "Guardian" (la prima reporter donna del giornale). Nel 1963 realizzò un altro scoop: a Beirut scoprì che Kim Philby, un ex agente dei servizi segreti inglesi, in realtà era una spia del KGB ed era scappato in Unione Sovietica. 


Negli anni '70 imparò il vietnamita per seguire da vicino e senza bisogno di interpreti la guerra del Vietnam. A 70 anni arrivò finalmente la pensione e si trasferì a Hong Kong, dove ha vissuto il resto della sua vita. 
Vi sono aneddoti curiosi su Clare: beveva birra anche a colazione, dormiva con le scarpe in caso dovesse uscire di fretta e fino a pochi anni prima della morte era solita avere uno zaino pronto e il passaporto, in caso fosse inviata da qualche parte. Si racconta anche che, nel 1990, all’età di 79 anni, quando scoppiò la Guerra del Golfo, avrebbe dormito cinque giorni per terra per prepararsi a seguire i combattimenti sul campo.
Per ogni curiosità su questa eccezionale figura di donna e di giornalista, si può leggere la sua biografia, Front Line, disponibile  purtroppo solo in lingua inglese.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.