Ultime Notizie

Danis Tanović: la coscienza civile e morale della Bosnia-Erzegovina

Nato in Bosnia, scrittore e regista, Danis Tanović divenne celebre nella comunità cinematografica internazionale con la sua opera sul dramma della guerra in Bosnia-Erzegovina "No Man's Land" (2001). 
Nato nel 1969 nella ex Jugoslavia, Danis Tanović sviluppò l'interesse per il cinema dopo aver passato molti anni studiando musica. Stava frequentando la Sarajevo Film Academy nel 1992 quando scoppiò la guerra civile in Jugoslavia. Negli anni successivi Danis Tanović lavorò ad alcuni documentari sulla guerra e i suoi effetti sulla nazione; in seguito lasciò Sarajevo per studiare cinema in Belgio dove produsse un documentario sul conflitto bosniaco. 


Dopo la realizzazione di alcuni cortometraggi e la scrittura del dramma "Un matto e una monaca", Danis Tanović accantonò i documentari per concentrarsi sulla sua sceneggiatura di "No Man's Land" prodotto con un cofinanziamento belga, italiano, britannico e sloveno. Il film ricevette un'ottima critica in Europa e in America vincendo il premio per la migliore sceneggiatura al Festival di Cannes del 2001. Il regista vinse poi l'Oscar per il miglior film straniero nel 2002; fu la prima volta per la Bosnia-Erzegovina, povera "terra di nessuno" perduta nei Balcani. L'ultima nomination era stata concessa nel 1985 al film "Papà... è in viaggio d'affari" di Emir Kusturica, ma neppure lui riuscì a conquistare il premio. 


La Bosnia-Erzegovina, com'è giusto che sia, va fierissima di questo premio: grazie ad esso la terra di nessuno è diventata importante. Oggi in Bosnia si parla solo di Danis Tanović anche se, alcuni anni fa, quando questo regista cercava fondi per produrre il suo primo film, aveva trovato tutte le porte chiuse.



Danis Tanović ha dedicato il premio alla sua terra d'origine. Egli ha pronunciato la seguente dedica: "Grazie al mio Paese, la Bosnia-Erzegovina". Congratulazioni e auguri sono arrivati da ogni dove. Il presidente dell'epoca, Mirko Šarović, ha dichiarato che il regista "ha fatto più di noi per la Bosnia". 

Danis Tanović rappresenta ormai l'identità nazionale e la coscienza civile e morale del suo popolo. Egli conferma, ancora una volta, come il cinema può divenire uno strumento di emancipazione e di passione civile.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.