Ultime Notizie

Milano Fashion Week settembre 2017: tutte le novità dalle passerelle per la primavera-estate 2018

Un viavai di stile dal ritmo serrato scandisce il tempo di una trasformazione quasi completa, quella di una donna che viaggia verso il futuro veicolata da romantiche e misteriose suggestioni del passato, dalle quali non si libera ma che rielabora in soluzioni creative nuove, per un guardaroba d'avanguardia. Ed ecco che la sfida dei designer per la PE 2018 è tutta incentrata nella costruzione di stilemi nuovi animati da incursioni del passato, ciò è tanto più evidente se si tratta delle tendenze di punta di stagione. Scopriamo insieme quali di queste hanno conquistato le passerelle per sapere in anteprima cosa indossare e cosa copiare per la prossima primavera-estate.



IL MARSUPIO. Protagonista assoluto delle sfilate, il marsupio è il must-have 2017-2018. Tornato alla ribalta dopo anni di declassamento nella categoria accessori out, è ora oggetto di desiderio di trend setter e fashion hunters, che dopo aver conquistato i flash dello streetstyle invernale con i modelli Fall Winter, colorati ed in velluto, non possono fare a meno di avere in vita anche la versione estiva. Le proposte per la primavera-estate 2018 sono due: quella sporty-chic in nylon o tessuto stampato (Prada, Gucci, Gabriele Colangelo, Cividini ), e quella più sofisticata, in pelliccia (Simonetta Ravizza) o morbida nappa (Salvatore Ferragamo). La waist bag (borsa da cingere in vita) è dunque la tendenza più cool di quest'anno capace di accendere un look basic o minimal rendendolo super glam. E' inoltre pratica perché lascia libere le mani e può essere usata come cintura per modellare la silhouette dei cappotti.

ROSA E VIOLA. Il rosa e il viola questa stagione non sono due semplici cromie di tendenza ma due manifesti dell'essere donna moderna, disinvolta, consapevole, forte e aggraziata come i colori che indossa in look spezzati o total (Versace, Fendi, Gucci, Marni, Byblos, Les Copains, Marco De Vincenzo). Dai cappotti agli stivali, dal giorno alla sera, si abbinano benissimo con il rosso, il bianco, il nero, ed il ceruleo, 4 tendenze colore che si ripetono sia in inverno che in estate. A metà tra i due troviamo il lilla (Giorgio Armani, Max Mara), nota dolce e pastellata che dona un tocco di freschezza anche agli outfit più austeri.

LA TUTA. Dopo qualche stagione dalla presenza ridotta alle occasioni d'uso più formali e serali, la tuta torna sulle passerelle come proposta daily coniugando semplicità e stile in un unico pezzo. Se sulla comodità alcuni hanno da ridire lamentando la difficoltà di togliere e rimettere tutto ogni volta che la toilette chiama, questa volta devono ricredersi. La tuta PE 2018 si chiude infatti davanti, e non dietro, con comode zip o bottoni. Dal denim (Max Mara, Atsushi Nakashima) al tessuto (Calcaterra), i modelli più in sono aderenti e a gamba dritta, in pelle (Cristiano Burani), popelyne (Trussardi) o velluto (Roberto Cavalli, Salvatore Ferragamo)

GONNA TUBO. Sensuale, ma di quella sensualità velata che accompagnava, coprendole, le forme delle donne di altri tempi, la longuette aderente, nota anche come gonna a tubo (in inglese pencil skirt) torna a far parte dei look femminili richiamata in auge dagli stilisti più acclamati (Dolce & Gabbana, Prada, Bluemarine, Max Mara, Gucci). Con un paio di scarpe bon ton dal tacco midi (kitten heel) o ballerine dallo scollo stretto, è perfetta sia per l'ufficio che per l'aperitivo dopo orario di lavoro. Molto trendy nelle versioni in pelle taforata, spillata e pitonata (rispettivamente di TOD'S, Aigner, Bottega Veneta).

GLI INSERTI DI PELLICCIA SUI CAPPOTTI LEGGERI E I TRICOT. Si sa che la primavera inizia ufficialmente il 21 di marzo, ma in quel periodo in alcune città fa ancora piuttosto freddo. Ecco allora che gli stilisti propongono soprabiti più leggeri con un touch ancora inevrnale: inserti di pelliccia dai colori vibranti per vivacizzare il look (Marni, Simonetta Ravizza, Fendi).

METALIZZATO. Sexy e lucenti, top e gonne metal dai riflessi scintillanti scendono fluidi sul corpo come una seconda pelle accompagnando le forme appena percettibili. Sfilano in passerella senza fronzoli, la lucentezza del tessuto basta da sola per realizzare un outfit da prima donna la cui sensualità è un attimo che cattura senza lasciare via d'uscita (Alberta Ferretti, Anteprima, Dolce & Gabbana)

ABITO LINGERIE. Se la scorsa stagione si indossava sopra la t-shirt con un mood streetwear dal touch anni '90, questa volta è femminile e sexy con un animo a tratti anni '80 a tratti vittoriano. Tutto pizzo, merletti, ricami o plissé, l'abito lingerie gioca con le trasparenze per coniugare malizia ed eleganza in un unico capo (Elisabetta Franchi, Alberto Zambelli, Alberta Ferretti, Curiel, Fausto Puglisi).

LE CALZE. Sempre presenti ma mai in prima linea, le calze rivendicano finalmente un posizione di primato nel guardaroba femminile. Eccentriche nella loro essenzialità colorata, accompagnano con versatilità look casual e da sera. Sotto il trench o l'abitino, con le loafer o con il tacco, la cosa importante è che siano sempre e comunque in evidenza (Msgm, Missoni, Annakiki, Fendi, Dolce & Gabbana)

IL MACULATO. Zebrato, maculato, pitonato o in stile cow, il maculato è uno dei big trend della stagione calda 2018. In passerella è onnipresente, soprattutto nelle giacche e negli stivali (Versace, Mila Shon, Bottega Veneta, Roberto Cavalli, Gucci, Prada e N°21) tanto da farlo piacere anche a chi non è mai andato a genio. La primavera 2018 strizza quindi l'occhio al graffio animaliér che innalzerà il livello di stile del vostro outfit da glam a super cool.

FIORI. Se l'animaliér è una costante, la stampa floreale ne è decisamente una variante. Fiori dai mille colori, sui vestiti, sulle gonne, sui top, sui soprabiti disegnano giardini stilizzati o boccioli ricamati in un patchwork armonioso che fa subito primavera (Marni, Max Mara, Simonetta Ravizza, Piccione.Piccione, Gucci, Dolce & Gabbana)

Infine ci sono alcune tendenze già viste che si confermano anche per la prossima PE come i maxi capelli e gli accessori in rafia (Elisabetta Franchi, Paula Cademartori), i ricami tridimensionali e i glitter (Annakiki e Piccione Piccione Curiel), il denim, le giacche anni '80 e i fiocchi (Armani, Byblos, Gucci, Annakiki, Max Mara) e caratterizzano irriverenza e bon ton come capisaldi di una moda esplorativa che reinterpreta natura e sensualità con dirompente versatilità.
ph credit: Sara Muzi, Guido Pettinati

Sara Muzi




Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.