Ultime Notizie

Sprechi alimentari, nel 2016 prodotte 51,9 miliardi di tonnellate di anidride carbonica

Gli sprechi alimentari sono tra le cause dell'aumento delle emissioni di gas inquinantiIn Italia lo scorso anno i procedimenti per smaltire i cibi finiti nella pattumiera hanno generato 51,9 miliardi di tonnellate di CO2 che influiscono sui cambiamenti climatici e sull'ambiente. Il rapporto Ispra quantifica in termini energetici gli effetti provocati dallo spreco alimentare nella penisola che incide soprattutto (circa il 60%) sulle fasi iniziali della lavorazione di prodotti di prima necessità. Nel Belpaese gettare ciò che c'è nel piatto riduce il potenziale di biocapacità, cioè la quantità servizi naturali forniti all'utenza: il dato è pari al 18%.
Entro il 2030 l'Onu punta a diminuire gli sprechi mondiali del 50% sia nelle vendite che nei consumi, razionalizzando l'utilizzo di energia durante l'intera filiera produttiva di almeno un terzo o un quarto. 


L'Italia è stato uno dei primi Paesi dell'UE a istituire una legge per la limitazione degli sprechi alimentari che dall'anno scorso ha incentivato il recupero dei prodotti, soprattutto nei ristoranti e nei locali pubblici: tuttavia l'analisi dell'Ispra evidenzia che per raggiungere degli obiettivi importanti in tal senso occorrono ancora alcuni anni. 


Da parte del Governo c'è il proposito di promuovere una serie di iniziative per sensibilizzare i giovani all'importanza del cibo e al suo consumo razionale, in particolare nelle scuole; la legge 166/2016 è un'azione socioeconomica mirata a incentivare le donazioni e il recupero degli alimenti e a limitare il più possibile le eccedenze anche nella produzione industriale. Di solito, all'aumentare della domanda di derrate crescono le forniture e l'immissione sul mercato di cibi che portano all'aumento delle merci invendute: questo fenomeno andrebbe controllato con un'organizzazione puntuale della filiera produttiva. 


Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.