Ultime Notizie

The Place: quando i desideri si scontrano con la realtà

The Place scruta nell’anima oscura di una persona. 
E tu cosa saresti disposto a fare per vedere realizzato il tuo desiderio?

L’origine di "The Place"
Il film The Place è stato presentato durante la Festival del Cinema di Roma 2017. Il film sta ottenendo un buon riscontro al box office, per tale ragione alcune sale cinematografiche lo stanno ancora proiettando. The Place è un film di genere drammatico e fantasy diretto dal regista Paolo Genovese, già noto per le pellicole Tutta colpa di Freud del 2014, Perfetti sconosciuti del 2016. Prodotto da Casa di Produzione Medusa Film e Lotus Production, il film ha un ottimo cast: Valerio Mastandrea, Alessandro Borghi, Sabrina Ferilli, Giulia Lazzarini, Marco Giallini, Vinicio Marchioni, Silvio Muccino, Rocco Papaleo, Vittoria Puccini e Alba Rohrwacher.



The Booth at the End
Il film è un adattamento cinematografico della serie televisiva americana di genere drammatico e fantasy trasmessa su FX The Booth at the End - in onda dal 2010 al 2012 - e creata da Christopher Kubasik con protagonista Xander Barkley (Apollo 13, The Walking Dead).

Trama
Un uomo di cui non conosciamo il nome trascorre le sue giornate in un bar, sempre allo stesso posto. Da lui si recano tipologie diverse di persone, ognuna con una richiesta inconsueta, ma per veder realizzato il loro desiderio dovranno fare qualcosa in cambio.


Critica 
Avete presente il film del regista Ingmar Bergman del 1957, Il Settimo Sigillo (Det sjunde inseglet)? Bene, il film ricorda vagamente questa pellicola svedese. I protagonisti del film di Paolo Genovese fanno un patto faustiano e da lì parte come una sorta di gioco di scacchiera con diversi ed eleganti incastri a più livelli che portano i protagonisti a legarsi inconsapevolmente tra di loro con un gioco sottile di causa-effetto



La sceneggiatura crea continuamente domande così da far partecipare il pubblico alla narrazione filmica. I protagonisti hanno una zona d’ombra, c’è chi la supera e chi invece fa una cernita nei riguardi della propria vita. 
L’interpretazione di Valerio Mastandrea è degna di nota, a suo agio nei panni dell’uomo senza nome, che con la sua inseparabile agenda fa muovere le fila della storia non prendendosi mai la responsabilità delle azioni dei propri clienti, anzi sottolineando che sono responsabili dei loro comportamenti. 

Lara Ceroni

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.