Ultime Notizie

Blowout, una band metal dal Trentino

Blowout è una band stoner metal formatasi nel settembre 2013 grazie a Giuseppe Fontanari (chitarra), Igor Rossi (voce), Lorenzo Helfer (basso) e Michele Chiari (chitarra). Con il tempo si aggiunge Michele Matuella (ex Violet Sheep) alla batteria e Andrea Avancini alla chitarra al posto di Michele Chiari. 



È nel 2016 che si concretizza l’idea di realizzare il primo lavoro discografico della band dal titolo Buried Strength, disco registrato al 8lab studio di Trento (basso, chitarre, batteria), al Nologo studio (voci e cori) di Laives (Bolzano), con mixaggio effettuato pure al Nologo studio e il mastering svolto al Swift mastering di Londra (UK). Special guest nella traccia numero 5 dal titolo “Stomp on fire” è Dario Cappanera (KAPPA)(Strana Officina - Francesco Renga - Vasco Rossi - REBELDEVIL ecc). "Buried Strength" è stato prodotto con l'agenzia di promozione e label Metalmorfosi e distribuito da Crash Sound e Believe Digital. 


Ho ascoltato con tanta attenzione Buried Strength. I Blowout in questo album presentano sonorità dure, cavernose a tratti, di chiaro stampo stoner metal con varie sfumature alternative metal e hard rock. Non mancano, per esempio, degli assoli di chitarra che mandano la mente a tante band hard rock, tipo Guns N' Roses per capirci. Il basso è potente, i riff ruvidi e marcati. I loro punti di riferimento sono vari: Black Sabbath, Crowbar, Down, Black Label Society, i Pantera come anche Kyuss e Fu manchu. La loro anima, comunque tutto, è essenzialmente stoner e le ultime due band forse sono tra le loro influenze principali. 



Uno stoner sicuramente granitico quello di Blowout con batteria killer e un muro sonoro davvero difficile da scalfire. Non mancano, poi, i momenti melodici in mezzo a tanta “durezza” sonora. Alcuni passaggi sonori sconfinano nello sludge e nel doom metal. Per coloro che amano la gravezza sonora, per coloro che amano sonorità particolarmente “sporche” ascoltare i Blowout deve essere come trovarsi in paradiso, o all’inferno considerando la cupezza che trasmette il sound della band in questione. 
Inoltre, come non farlo presente, il sound oltre ad essere duro è anche particolarmente esplosivo, non indicato per i deboli di cuore! Una considerazione sul titolo dell’album, Buried Strength, in italiano “forza sepolta”. A mio parere i Blowout con questo album, con il loro particolare sound, cercano di smuovere macigni pazzeschi grazie ad una forza sepolta e portata alla luce, una forza primigenia, arcaica. E poi, quanta aggressività sonora che percepiamo nelle otto tracce che compongono l’album.

Tracklist dell'album:
1. Cheers in hell
2. Slum
3. Feel The Phantom Pain
4. Be Divided Be Ruled
5. Stomp On Fire
6. Ghost Shadow
7. Buried Strength
8. Scars of the Road


Link allo streaming Soundcloud
Pagina ufficiale Facebook

a cura di Chaos

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.