Golden Globe 2018: tutti i vincitori nelle categorie cinema - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Nella cornice del Beverly Hills Hotel si è tenuta ieri la settantacinquesima cerimonia di premiazione dei Golden Globe, uno dei premi più importanti a livello cinematografico e anche televisivo. I premi sono assegnati da una giuria composta da circa novanta giornalisti che sono iscritti all’Hollywood Foreign Press Association, quindi rappresentano l’industria del cinema.


Le categorie sono molto simili a quelle che sono utilizzate per gli Oscar, un mese più tardi. Parlando soprattutto dei premi cinematografici possiamo trovare le seguenti 14 categorie. Due riguardano le musiche, cioè miglior colonna sonora e miglior canzone; il cinema drammatico ha quattro categorie: miglior film drammatico, miglior attore e attrice protagonista, miglior attore e attrice non protagonista; le stesse categorie valgono anche per il film commedia o musicale. Infine abbiamo le categorie un po’ più tecniche, se si può dire così: miglior regista e migliore sceneggiatura. Non dimentichiamo altri tre premi: il premio per il miglior film straniero, il premio per il miglior film d’animazione e per ultimo ma non meno prestigioso, il premio alla carriera intitolato alla memoria di Cecil B. DeMille. 
Per quanto riguarda il cinema italiano abbiamo ben cinque candidature nella nostra manica, solo tre per il film “ Chiamami con il tuo nome” di Luca Guadagnino (come miglior film drammatico, migliore attore protagonista e migliore attore non protagonista), l’ultimo film di Virzì in uscita a gennaio nelle sale italiane, cioè “Ella e John” che ha visto la candidatura a miglior attrice protagonista a Helen Mirren e infine Sorrentino per la sua serie tv “The Young Pope” con la candidatura a miglior protagonista di Jude Law.
Durante la serata sono stati assegnati i premi: come migliore attrice protagonista in una commedia a Saoirse Ronan per il film “Lady Bird”, la stessa pellicola ha ricevuto anche il premio come miglior film commedia. Il premio come miglior attrice non protagonista è stato assegnato ad Allison Janney per “I, Tonya”, film biografico sulla vita della pattinatrice Tonya Harding e che uscirà nelle nostre sale a marzo. 


La migliore attrice protagonista in un film drammatico è Frances McDormand per il film, “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri”. La pellicola di Martin McDonagh, “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri”, nella categoria drammatico, ha fatto incetta di premi: oltre alla miglior attrice protagonista ha vinto anche il premio per la miglior sceneggiatura, attore non protagonista e miglior film drammatico. Per quanto riguarda i premi al maschile: come migliore attore in una commedia il premio va a James Franco per il film “The Disaster Artist”, il miglior attore in un film drammatico invece è Gary Oldman per il film “L’ora più buia” che uscirà questo mese nelle sale italiane e in cui interpreta il celebre statista inglese Winston Churchill.
Il miglior regista di questa edizione è stato Guillermo Del Toro per “La Forma dell’Acqua”, la stessa pellicola ha vinto anche il premio per la colonna sonora dato a Alexander Desplat. La miglior canzone originale invece è “This is me” una delle musiche del film “The Greatest Showman”. Il miglior film straniero è una pellicola tedesca, “Oltre la notte”, del regista Faith Akin con protagonista Diane Kruger. Purtroppo, l’Italia rimane a mani vuote nessuna statuetta va ai nostri registi e ai nostri film in gara. Il film d’animazione migliore è “Coco”, ultima fatica di casa Pixar e uscito nelle sale in queste settimane.
Il premio alla carriera invece è stato assegnato alla regina della tv americana Oprah Winfrey, la prima afroamericana a ottenere la statuetta e apparsa visibilmente commossa sul palco al momento della consegna del premio.
Una curiosità cui fare menzione, in quest’ultima edizione dei Golden Globe è che le partecipanti donne si sono vestite tutte di nero in segno di rispetto verso le vittime di violenza sessuale e le molestie, soprattutto dopo gli scandali scoppiati all’interno del cinema es. il caso Weinstein, quindi un’edizione molto a favore e sostegno delle donne.


Post Bottom Ad

Pagine