Campagna “Spiagge sicure”, meno incidenti in acqua - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Campagna “Spiagge sicure”, meno incidenti in acqua

Share This
Spiagge sorvegliate dall’1 giugno al 30 settembre e nei week end di maggio per limitare i casi di annegamento. Migliorare il livello di sicurezza lungo i litorali e i laghi della penisola significa evitare numerosi incidenti che hanno come vittime i bambini. Nei giorni scorsi è partita la campagna “Spiagge sicure” di Rescue Italia con cui si vuole assicurare la presenza di bagnini e personale qualificato nei pressi dei luoghi di balneazione nel periodo estivo. 


L’iniziativa si rivolge agli amministratori e ai gestori delle spiagge che possono attivarsi per prevenire gli incidenti in acqua che rimangono numerosi, nonostante i provvedimenti presi ogni anno dalle autorità. I promotori della campagna “Spiagge sicure” ritengono necessaria anche la sorveglianza dei luoghi di balneazione liberi che sono di solito quelli maggiormente frequentati dai turisti italiani e stranieri. Considerando poi la destagionalizzazione e la presenza di vacanzieri nel periodo che va da maggio a settembre, si richiede che gli assistenti bagnanti sorveglino le spiagge alcune settimane in più di quanto previsto dalle ordinanze di balneazione dello scorso anno. 
Tutti possono contribuire a rendere più sicuri i litorali e le sponde dei laghi, trasmettendo al sindaco del proprio Comune il modello di “Spiagge sicure”. Gli amministratori sono tenuti a offrire un servizio professionale, avvalendosi della collaborazione di bagnini qualificati e retribuiti. 
Per seguire gli sviluppi della campagna è sufficiente connettersi ai social network con #CSS2018. 

Post Bottom Ad

Pagine