Ultime Notizie

Problemi di salute e uso eccessivo di stampante: quali legami?


Sempre più spesso sentiamo parlare di problemi di salute legati ad una eccessiva esposizione a stampanti ed altri dispositivi tecnologici come fax e alcune fotocopiatrici sul posto di lavoro. Un’esposizione eccessiva può causare la leucemia, ma non solo.
Questo perché tali apparecchi utilizzano, come inchiostro, il toner e dentro il toner si nascondono delle polveri nocive, una delle quali è lo stirene che causerebbe appunto il cancro. Si tratta di apparecchi comuni, utilizzati da tutti negli uffici, nelle scuole, negli studi ed in alcuni negozi. Poco tempo fa un’ordinanza della Cassazione ha riconosciuto il risarcimento del danno ai familiari di un lavoratore deceduto proprio a causa del toner e, quindi, dello stirene contenuto nella fotocopiatrice al cui impiego era preposto. Una banale causa di servizio, dunque, che ha visto gli eredi di un dipendente chiedere al relativo datore di lavoro un risarcimento di 200mila euro a testa se la causa del decesso fosse la fotocopiatrice.


Il toner è una polvere fine e sottile, che contiene particelle di carbone, ossidi di ferro e resina. Oltre a queste, gli studi hanno rilevato l’emissione, da parte delle apparecchiature di stampa, di altre componenti più dannose e persino cancerogene: il benzene, la formaldeide, lo stirene e l’ossido di titanio. Lo stirene causa irritazioni transitorie delle mucose congiuntivali e nasali, in dosi basse, ma anche cefalea e sonnolenza. Nei casi più gravi può portare alla leucemia. Il contatto con tali sostanze può avvenire tramite inalazione, semplicemente stando vicino alla macchina fotocopiatrice o alla stampante, ma anche per contatto con queste polveri, nel momento cioè in cui si toccano le stampe. Ma anche a macchina spenta sembrerebbe che i rischi non siano del tutto esclusi visto che queste micropolveri navigano nell’aria.
Si tratta di un problema non di poco conto, dunque, se si pensa all’uso che si fa di tali strumenti in maniera continua e quotidiana. Per fortuna, però, anche in questo caso le nuove tecnologie ci vengono in soccorso.
Esistono, infatti, alcune soluzioni da poter adottare per dire addio definitivamente ad alcuni strumenti che potrebbero risultare dannosi per la nostra salute. Come, ad esempio, il Cloud. Tale tecnologia permette di archiviare, memorizzare ed elaborare dati, sfruttando risorse virtualizzate accessibili da remoto (Web Storage, CloudApp, programmi, servizi) con una formula di pagamento On Demand riducendo il carico computazionale delle risorse locali e ottimizzando i costi e le performance dell’infrastrutture e dei servizi IT.
Si può, poi, passare all’utilizzo del fax che funziona da internet, ovvero il fax on line. Questa versione ultramoderna permette di ricevere ed inviare documenti in maniera veloce, semplice e sicura attraverso l’utilizzo del pc o dello smartphone, e non comporta l’utilizzo di altri dispositivi. I documenti, dunque, in questo modo sono tutti disponibili sul pc e su qualsiasi dispositivo tecnologico si voglia utilizzare senza essere costretti, ad ogni ricezione, a stampare il documento.
Per approfondire l’argomento consigliamo di leggere questo interessante articolo di Puntosicuro.it.

Prima Pagina on line (www.primapaginaonline.org) - Testata registrata al Tribunale di Bologna, pr. n. 8292 del 06/03/2013. Sito progettato da Templateism.com Copyright © 2011

Powered by Blogger.