Fiumi, alla World Water Week di Stoccolma si parla di gestione sostenibile - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Fiumi, alla World Water Week di Stoccolma si parla di gestione sostenibile

Share This
Contribuiscono alla crescita economica e all'approvvigionamento idrico, ma non sempre rientrano nelle priorità dei programmi politici. I fiumi sono al centro del dibattito di questi giorni a Stoccolma, alla World Water Week: risorse importanti che generano a livello globale un PIL pari al 19%, ma richiedono una gestione sostenibile per offrire benefici alle comunità. 



Il rapporto "Valuing Rivers" del Wwf descrive la situazione di piccoli e grandi fiumi dai quali si attinge l'acqua potabile per le abitazioni e quella per creare energia alternativa. La pesca e la navigazione fluviale sono altre attività che contribuiscono allo sviluppo economico sia nelle aree sviluppate che in quelle rurali. Secondo il Wwf nei corsi d'acqua si pescano dodici milioni di tonnellate di pesci all'anno con cui vengono riforniti i mercati di tutto il mondo. L'irrigazione e la costruzione di barriere e dighe minacciano l'equilibrio dei fiumi che talvolta presentano un alto rischio idrico in caso di assenza di piogge. 
Una buona gestione dei corsi d'acqua è importante anche per la tutela del paesaggio: rimuovere regolarmente i detriti dal letto del fiume limita il rischio di esondazioni. Sabbia e sedimenti possono diventare materiale da costruzione o essere usati per rinforzare gli argini, soprattutto nei pressi dei centri urbani. Nelle aree marittime, i sedimenti portati dai fiumi contribuiscono a formare le coste e i delta in prossimità delle foci. 
In «Valuing Rivers» si parla anche dei sistemi che monitorano i corsi d'acqua con l'intelligenza artificiale e il telerilevamento e delle soluzioni per una gestione sostenibile dei fiumi.

Post Bottom Ad

Pagine