Modigliani Experience in mostra a Palermo - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Presso il Palazzo Bonocore esposte in un percorso multimediale la vita e le opere del Maestro


"Jeanne" e "Hannelore" di Amedeo Modigliani, la "Veduta di Parigi" di Maurice Utrillo, la "Natura Morta con asso di quadri" di Fernand Léger, "Soldati in vedetta" di Giovanni Fattori e molto altro: questi sono i tesori nascosti al Palazzo Bonocore di Palermo fino a marzo 2019. 


Questo evento artistico raccoglie due tra le più belle opere del maestro Modigliani - mai esposte nel capoluogo - che ritraggono solo figure femminili. Sono proprio le donne, Les Femmes, il punto focale di questo percorso multimediale organizzato dalla società Navigare srl in occasione del quasi centenario dalla morte dell’artista livornese (1920-2020). L’esposizione è stata curata dal direttore artistico Alberto D’Atanasio con l’ideazione dall’Istituto Amedeo Modigliani.
Les Femmes si inserisce nel grande caleidoscopio culturale di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018 e raccoglie una serie di informazioni relative alla quotidianità parigina di Modigliani nonché alcuni attimi vissuti con gli amici più cari. 
Le istallazioni tecnologiche presentano circa una cinquantina di opere raffiguranti donne dell’epoca che intrecciano la sfera personale e artistica del pittore. Estremamente interessante e ricco di particolari è il docu-video realizzato da Sky Arte, tanto quanto le foto d’epoca e immagini della Ville Lumière dell’inizio Novecento. 


In una visita di circa 30 minuti è possibile immergersi completamente nelle tappe salienti di Amedeo Modigliani, tra cui svetta con prepotenza ed eleganza Jeanne Hébuterne. Costei sarà l’amante e la musa ispiratrice di varie opere. La relazione amorosa terminerà in modo tragico e drammatico a distanza di un giorno l’uno dall’altra. 


La vita bohémienne di Modigliani ‘parigino’ riempie l’anima artistica del giovane trasformando le donne in soggetti misteriosi e sensuali. I volti semplificati, ridotti a linee sommarie e basiche, colori intensi, pose composte e inquadrature ravvicinate sono i punti focali della sua pittura. 
Amedeo vive pienamente le correnti del cubismo, fauvismo e il futurismo ma da queste prende sono i tratti salienti non lasciandosi condizionare. La sua originalità vede un mélange tra la tradizione classica della pittura, le avanguardie del periodo e l’arte tribale africana e le figure arcaiche. 


Spesso gli occhi dei suoi quadri non sono rappresentati con chiarezza, in quanto Modigliani sosteneva che lo sguardo degli esseri viventi rappresenta l’anima, pertanto era impossibile osservarla senza congetture.


Un’ala della mostra è dedicata alla realtà aumentata in cui è possibile osservare in 3D quadri noti dell’arte nostrana e internazionale di varie epoche.

Post Bottom Ad

Pagine