Aldous Huxley e le sue visioni profetiche del futuro - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

"Parlò dell'embrione che si sviluppa nel suo letto di peritoneo. Fece loro assaggiare il ricco surrogato di sangue col quale è nutrito. Spiegò perché occorreva stimolarlo con piacentina e tkyroxina. Parlò dell'estratto di corpus luteum. Mostrò loro beccucci dai quali viene automaticamente iniettato ogni dodici metri a partire dallo zero fino al 2040. Disse delle dosi sempre crescenti di liquido pituitario somministrate durante gli ultimi novantasei metri del percorso. Descrisse la circolazione materna artificiale installata su ogni flacone al 112° metro. Mostrò loro il serbatoio del surrogato sanguigno, la pompa centrifuga che mantiene il liquido in movimento sopra la placenta e lo spinge attraverso il polmone sintetico e il filtro per le sostanze di scarto. Accennò alla preoccupante tendenza dell'embrione all'anemia, alle enormi dosi di estratto di stomaco di maiale e di fegato di feto di cavallo di cui bisogna, di conseguenza, rifornirlo. Mostrò loro il semplice meccanismo per cui, durante gli ultimi due metri, ogni otto, tutti gli altri embrioni vengono simultaneamente scossi per familializzarli col movimento. Accennò alla gravità del trauma del travasamento ed enumerò le precauzioni prese per ridurre al minimo questa pericolosa scossa con uno specifico allenamento dell'embrione imbottigliato. Disse loro delle prove del sesso effettuate in vicinanza del 200° metro. Spiegò il sistema di indicazione sulle etichette: una T per i maschi, un cerchio per le femmine e un punto interrogativo nero su fondo bianco per quelli che erano destinati a divenire neutri.



"Perché come è facile capire" - disse Poster - nella grande maggioranza dei casi, la fecondità è semplicemente una noia, un impaccio. Un'ovaia feconda ogni dodicimila sarebbe ampiamente sufficiente per i nostri bisogni. Ma noi desideriamo avere una buona possibilità di scelta. Bisogna, naturalmente, lasciare sempre un enorme margine di sicurezza. Ragione per cui permettiamo che perfino il trenta per cento degli embrioni femminili si sviluppi normalmente. Gli altri ricevono una dose di ormone sessuale maschile ogni ventiquattro metri durante il resto del percorso. Risultato: quando escono dalle bottiglie sono neutri, assolutamente normali per struttura (eccetto che - dovette ammettere - hanno veramente una leggera tendenza alla crescita della barba)ma sterili. Garantiti sterili. Il che ci porta finalmente, continuò Poster, fuori del campo della più servile imitazione della natura per entrare in quello molto più interessante dell'invenzione umana.
Si stropicciò le mani. Perché, si capisce, non si accontentavano di covare semplicemente degli embrioni: qualsiasi vacca è in grado di farlo.
"Noi, inoltre, li predestiniamo e li condizioniamo. Travasiamo i nostri bambini sotto forma di esseri viventi socializzati, come tipi Alfa o Epsilon, come futuri vuotatori di fogne o futuri". Stava per dire: futuri Governatori Mondiali.


Questo brano, tratto da "Il mondo nuovo" di Aldous Huxley, è stato, a ragione, definito da molti intellettuali, pensatori vari, critici letterari come una serie di visioni profetiche su un futuro non così tanto lontano nel tempo. Oggi, anno 2019, la scienza unita alla tecnica ha fatto passi da gigante in ogni campo. Ha migliorato di molto, in tutti i sensi, la vita delle persone; pur tuttavia rimangono molte incognite sull'uso che l'uomo può fare della tecnologia. Forse è principalmente una questione di etica e di libero arbitrio. Spetta comunque all'essere umano, e solo a lui, questa scelta difficile e preponderante che potrebbe condurlo alla catastrofe o ad un'esistenza armoniosa e felice".

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, è molto importante per noi.

Post Bottom Ad

Pagine