Efficienza energetica: in crescita le quote rosa - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Efficienza energetica: in crescita le quote rosa

Share This
L’Italia collabora con Canada, Finlandia e Svezia per permettere alle donne di avere un maggior ruolo decisionale nei settori dell’efficienza energetica, delle fonti rinnovabili e dei sistemi per la riduzione dell’utilizzo del carbone. Per realizzare quest’obiettivo l’Agenzia internazionale dell’energia ha siglato l’accordo ‘Clean energy education and empowerment’ con cui si intende raccogliere dati e analizzare la situazione sulla presenza femminile in questi ambiti. Enea ha aderito al progetto C3E, partecipando al lavoro del comitato esecutivo, e ha già elaborato alcune informazioni che aiutano a fare un quadro degli incarichi affidati alle donne negli Enti e nelle Istituzioni che si occupano di energia e sostenibilità ambientale. 


In genere, le rappresentanti del gentil sesso riescono a entrare negli organi decisionali delle aziende, ma in meno della metà dei casi vengono elette presidentesse (43%); nei ministeri ricoprono di solito la carica di viceministro e sottosegretario. 
Nelle associazioni di industriali le quote rosa nei direttivi è pari al 9% e le donne con posizioni al vertice sono il 19%. Il settore della green economy rappresenta un’opportunità per le giovani che hanno completato il percorso di studi: il 46% delle occupate opera nell’ambito amministrativo e gestionale, mentre nel campo tecnico le donne sono meno presenti (28%). 
Come noto, negli ultimi decenni la percentuale femminile sia nel settore pubblico che in quello privato è cresciuta, anche se persiste la maggiore rappresentanza maschile. 

Post Bottom Ad

Pagine