Al via l’anno scolastico 2018-2019: meno allievi negli istituti pubblici - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Al via l’anno scolastico 2018-2019: meno allievi negli istituti pubblici

Share This
Lieve calo di studenti negli istituti statali. Oggi si è aperto l’anno scolastico 2018-2019 col ritorno in aula di 7.682.635 ragazzi (nel settembre 2017 erano 7.757.849) che frequentano la scuola materna (919.091 unità), le elementari (2.498.521), la secondaria di primo (1.629.441) e secondo grado (2.635.582). Circa un milione di studenti frequenta le scuole private paritarie, cifra che, sommata a quella degli istituti statali, porta a 8,6 milioni il totale complessivo degli studenti italiani. 


Campania, Sicilia, Puglia e Piemonte sono le regioni in cui il numero degli studenti nelle strutture pubbliche è diminuito di più, rispettivamente -15.534 allievi, -12.487, -11.977 e -5.972. 
In aumento, invece, le iscrizioni di ragazzi disabili nelle scuole statali. Gli studenti che hanno bisogno di sostegno sono passati da 234.658 del 2017 a 245.723 di quest’anno, concentrati in particolare nelle classi delle elementari (89.029 unità). Numeri inferiori si registrano all’asilo (oltre 21mila), mentre alle secondarie di primo (quasi 67mila) e secondo grado (68.437) i valori tornano a salire. 
Al termine delle medie, la maggior parte dei ragazzi sceglie di frequentare un liceo, specialmente quello scientifico (82.416) o linguistico (49.845). Numerosi gli iscritti al primo anno agli istituti tecnici a indirizzo tecnologico (118.067) e al nuovo ordinamento delle scuole professionali (102.503 unità). Anche considerando tutte le classi, la formazione liceale è quella preferita dai ragazzi italiani con 1.294.890 studenti, seguita da quella tecnica, 827.990 allievi, e poi professionale, 512.702 giovani. 
I docenti sono oltre 800mila, di cui più di 141mila di sostegno. 

Post Bottom Ad

Pagine