Conferenza del traffico e della circolazione: la manutenzione delle provinciali è una priorità - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Conferenza del traffico e della circolazione: la manutenzione delle provinciali è una priorità

Share This
Investimenti inferiori alle necessità hanno impedito nell'ultimo decennio la manutenzione di 132mila chilometri di strade secondarie. La Fondazione Caracciolo dell'ACI ha presentato i dati sulla situazione della rete viaria provinciale in tutta la penisola alla Conferenza del traffico e della circolazione svoltasi a Genova. Dopo il crollo del ponte Morandi, l'amministrazione e gli Enti del capoluogo ligure dimostrano maggiore attenzione per l'efficienza delle infrastrutture, in modo da evitare tragedie simili. 


Lo studio mette in evidenza i problemi delle strade secondarie italiane per le quali sono mancati investimenti per oltre 40 miliardi di euro. Secondo l'analisi della Fondazione Caracciolo la rete viaria della penisola necessita di 6,1 miliardi (1,7 per la sistemazione ordinaria e 4,4 per quella straordinaria) per essere più moderna e funzionale, ma i fondi stanziati per questo scopo non superano i 500 milioni. 


Più interventi sui percorsi provinciali garantirebbero maggiore sicurezza dei viaggiatori, un aumento di circa l'1% del PIL nazionale (tradotto in euro, circa 16 miliardi) e 120mila nuovi posti di lavoro. 
Alla Conferenza del traffico e della circolazione di Genova si è fatto il punto anche sull'importanza della rete viaria secondari, su cui transitano ogni giorno milioni di veicoli. La manutenzione delle strade provinciali deve diventare una priorità per ridurre il numero degli incidenti che su questi percorsi causano ancora il 30% dei decessi totali. 


Post Bottom Ad

Pagine