Le associazioni umanitarie per offrire assistenza umanitaria ai migranti di Sea watch e Sea eye - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

Le associazioni umanitarie per offrire assistenza umanitaria ai migranti di Sea watch e Sea eye

Share This
Sono diciotto le associazioni che hanno fatto appello affinché i migranti delle navi Sea watch e Sea eye vengano condotti in salvo. Ormai da alcuni giorni un gruppo di persone di diverse nazionalità si trova al largo delle coste di Malta, in balia delle condizioni atmosferiche e a rischio epidemie. 



Amnesty international è - insieme ad Action Aid, Medici senza frontiere, Save the children - tra i sodalizi che chiedono l'intervento del Governo e dell'Unione europea per sanare una situazione che mette in pericolo la vita di alcune persone, tra cui donne e bambini. Le associazioni ritengono che i migranti, già provati da un viaggio difficile, non possano restare sulle navi senza essere soccorsi e portati a terra per un ricevere l'assistenza umanitaria. I rappresentanti dei gruppi di volontariato sollecitano quindi l'apertura dei porti per risolvere il problema.


Le navi Sea watch e Sea eye ancora oggi si trovano in mare: Malta ha accolto duecento migranti nei giorni scorsi, ma le persone rimaste non hanno il permesso di sbarcare in un porto della penisola. Il Governo italiano ha proposto di accogliere donne e bambini a patto però che anche Olanda e Germania provvedano alla sistemazione di parte dei migranti. Nei giorni scorsi i soccorritori hanno raggiunto le navi per il rifornimento al largo della costa maltese. 
Papa Francesco ha chiesto agli esponenti del Governo e dell'UE di offrire solidarietà ai migranti. 

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, è molto importante per noi.

Post Bottom Ad

Pagine