L'acceleratore lineare superconduttore porta anche il tricolore - Prima Pagina on line

Prima Pagina on line

L'informazione come unico grande bisogno

Post Top Ad

L'acceleratore lineare superconduttore porta anche il tricolore

Share This
L'Italia partecipa al progetto PIP-II per la fisica. Il Laboratorio di acceleratori e superconduttività applicata di Milano si occupa della realizzazione delle cavità risonanti al niobio per la costruzione di una moderna macchina per la produzione di fasci di ioni per le attività del Deep underground neutrino experiment (Dune). L'acceleratore lineare superconduttore di Proton improvement plan II sarà una delle tecnologie per la fisica più potenti al mondo. Il progetto è stato presentato al Fermilab negli Stati Uniti, illustrando le attività di laboratorio necessarie alla creazione dell'apparecchiatura, come la tecnica Argon impiegata dall'Istituto nazionale di fisica nucleare nell'esperimento Icarus. Le cavità risonanti al niobio sono già presenti in laboratori come l'European Xfel in Germania e l'Ess svedese e troveranno spazio anche all'HiLumi Lhc del Cern. Questi elementi sono stati perfezionati per migliorare l'accelerazione, grazie alla cooperazione di numerosi studiosi.


Con PIP-II gli scienziati intendono produrre un fascio di protoni di oltre un megawatt, potenziato del 60% rispetto ad altri acceleratori. L'apparecchio, lungo 215 metri, servirà per un programma di ricerca di fisica delle particelle, incentrato in particolare sull'oscillazione dei neutrini. 


Il progetto Dune riunisce gli esperti di 30 Paesi impegnati ad approfondire i risultati dell'esperimento Opera in cui sono comparsi dei neutrini tau in un fascio di muonici. La verifica è stata condotta al CERN e gli esiti trasmessi ai laboratori nazionali del Gran Sasso dell'INFN.

Nessun commento:

Posta un commento

Scrivi la tua opinione, è molto importante per noi.

Post Bottom Ad

Pagine